#STILLABAS

di Làbas Occupato

Image title(da http://www.redattoresociale.it/)

Aprirà domani, 6 dicembre, il dormitorio sociale allestito in un mese negli spazi dell’ex Caserma Masini di via Orfeo occupata dal collettivo Labàs nel 2012. Sei camere doppie, 12 posti letto per accogliere chi è in strada o migranti in transito da Bologna.

BOLOGNA - Apre il dormitorio autogestito nel centro sociale occupato Labàs di via Orfeo. Sono un centinaio i volontari che hanno partecipato al progetto “Accoglienza degna”, con cui il collettivo Labàs e il Tpo – Teatro polivalente occupato hanno deciso di affrontare l’emergenza abitativa a Bologna. Hanno fra i 20 e i 30 anni, sono lavoratori e studenti con alle spalle esperienze di educatori sociali, e tramite donazioni e raccolta fondi in un mese hanno realizzato un dormitorio autogestito e il servizio di accoglienza “Refugees welcome point”, dove i migranti che transitano dalla città possono trovare ristoro, pernottare per qualche giorno, utilizzare i servizi sanitari e ricevere un pasto caldo. Gli operatori di “Accoglienza degna” domenica prossima 6 dicembre apriranno le porte dell’ex Caserma Masini in via Orfeo 46, lo spazio di 9 mila metri quadrati occupato dal collettivo Labàs dal novembre 2012. “Siamo studenti, lavoratori, precari, disoccupati e pensionati che vogliono scommettere su progetti politici e sociali che mirino a trasformare radicalmente un presente fatto di miseria, esclusione, razzismo, precarietà, devastazione ambientale e culturale”, si definisce il collettivo. Negli spazi di via Orfeo, da circa 2 anni, Labàs organizza laboratori creativi di falegnameria, uno spazio doposcuola dedicato ai bambini e al rapporto con i genitori, che si svolgono settimanalmente, e un locale dedicato a “La biopizza”, dove si produce l’alimento a km zero.

“Abbiamo definito il progetto ‘Accoglienza degna’ per mettere al centro il concetto di dignità umana riferita a tutte le persone – spiega Neva Cocchi, responsabile dello sportello migranti del Tpo – L’obiettivo è creare uno spazio dove chi si trova in difficoltà ed è costretto a dormire in stazione o per strada, ed è in graduatoria per una casa popolare, escluso dalle strutture pubbliche dei centri di accoglienza e dai progetti di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, può trovare una dimensione confortevole di convivenza e tranquillità quando l’inverno accentua la difficoltà di non avere una fissa dimora”.

“Il dormitorio è composto da 6 camere doppie, per un totale di 12 posti letto, una cucina comune, docce, servizi sanitari e una stanza per noi volontari che saremo sempre presenti insieme agli ospiti. – spiega Alessandro Pesarese, volontario – Per accogliere le persone abbiamo svolto colloqui per conoscerci e capire come poterle aiutare. A tale scopo organizziamo anche, all’interno del dormitorio, attività di ‘arte-terapia’ e ‘cucimondo’, dove gli ospiti cucineranno cibi tipici del loro Paese per favorire l’integrazione”. I primi a inaugurare il dormitorio il prossimo 6 dicembre sono un 38enne nigeriano e un giovane del Gambia, usciti dai percorsi di accoglienza e attualmente senza dimora fissa. A seguire entrerà anche un pakistano rimasto senza casa dopo il divorzio.

Obiettivo del progetto è incentivare le persone a uscire dalla povertà, a trovare un lavoro e a conoscere i servizi che offre la città: “Attraverso l’autogestione del territorio, abbiamo creato uno spazio dove le persone accolte diventano protagoniste, facendo scomparire la differenza fra beneficiari e noi operatori”, conclude Pesarese. Domenica prossima, dalle ore 17, i volontari inaugureranno il progetto raccogliendo alimenti e oggetti per il dormitorio. (Cristina Mazzi)



Grazie!

26 Novembre 2015 - 12:51

Da Làbas vogliamo ringraziare tutt* coloro che hanno già contribuito al progetto di riconversione energetica attraverso il crowdfunding su questa piattaforma, ma anche le centinaia di persone che anche ieri hanno attraversato lo spazio portandoci solidarietà e sostegno.

In meno di 48 ore abbiamo già quasi raccolto i fondi necessari per l'acquisto del primo kit di pannelli solari, che speriamo di poter montare al più presto per garantire la continuità dei progetti che giorno dopo giorno vivono all'Ex-Caserma Masini.

Il vostro appoggio e la vostra collaborazione è fondamentale per noi e perchè Làbas rimanga quell'isola felice di socialità, cultura e mutualismo che è stata fino ad oggi. 

GRAZIE! 

Làbas Occupato


Primo obiettivo raggiunto

26 Novembre 2015 - 12:51

Nel giro di pochi giorni il primo obiettivo è stato raggiunto. La prima abitazione di via Borgolocchi è di nuovo luminosa!
Abbiamo infatti montato il primo set di pannelli solari sul tetto di Làbas, e Carlo (che vedete nelle foto) e gli altri abitanti della casa, ritornano 'elettrici'.

I prossimi step sono ridare luce alle altre abitazioni e all'interno di Làbas, per ridare vita e dignità a persone e ai progetti!
Continua a seguirci qua e sui social!

 

 


Làbimbi

26 Novembre 2015 - 12:51

Làbimbi è uno dei tanti progetti nati all’interno dell’ex Caserma Masini. E’ un progetto educativo autogestito che mette al centro del suo agire i bambini.

Il progetto è nato in collaborazione con i genitori del quartiere consapevoli del fatto che nella città di Bologna mancasse un luogo di ritrovo pubblico e gratuito. Così è nato.

Oggi è un posto dove bambini e genitori si possono incontrare, in tutte le stagioni dell’anno, ed ogni mercoledì attraverso laboratori, spettacoli teatrali o letture creative scoprono l’importanza del riciclo, i segreti della natura, la giusta alimentazione e il gioco libero. Imparano inoltre a muoversi in un bene comune, lo spazio è riordinato insieme ai bambini e insieme a loro viene abbellito e colorato.

Per noi è fondamentale che i bambini crescano con la consapevolezza della realtà che li circonda, scoprendo le potenzialità dello scambio e dell’incontro fra diverse culture.

In sinergia con gli altri progetti che vivono all’interno dell’ex Caserma Masini, Làbimbi propone corsi specifici per genitori e bambini promuovendo la trasmissione dei saperi e la loro condivisione attraverso attività pratiche.

A Làbimbi puoi anche trovare "l’Angolo del Baratto" dove poter prendere e portare liberamente i vestiti dei bambini, non più utilizzati, in modo da non sprecare e buttare ma promuoverne il riutilizzo.

Tutte le attività che proponiamo finiscono con la bio-merenda, cibo biologico e sano del mercato di Campi Aperti.

Quest’anno Làbimbi propone corsi di falegnameria, di pasta fresca, di pittura e tanto altro. Vorrebbe inoltre attivare un dopo – scuola e un corso di italiano per bambini stranieri.

Per dar luce a questi progetti e attuare la riconversione energetica sostenibile abbiamo bisogno del contributo di tutt*!


SECONDO EPISODIO: IL RITORNO DELLA LUCE

26 Novembre 2015 - 12:51

Grazie alle serate di autofinanziamento a lume di candela, e alle donazioni che in molti e molte avete fatto sia tramite il crowdfunding online che ‘materialmente’ a Làbas, abbiamo finalmente acquistato il gruppo elettrogeno necessario per portare avanti i nostri progetti. Consentirà infatti di ritornare a pieno regime con tutte le attività che si svolgevano, dal mercato ai concerti, dalla falegnameria al birrificio, passando per la biopizzeria e per i nuovi corsi che già dalla prossima settimana cominceranno!

La spesa per il generatore verrà tolta dal crowdfunding online.

 

            


Chi siamo? Gente che aveva imparato il mestiere del pizzaiolo sotto padrone e gente che lo ha imparato a Làbas. Persone che mettendo a fattor comune saperi e forza lavoro provano a sottrarsi al ricatto della precarietà. 

Cosa facciamo? Una tecnica d'impasto, condimento e cottura del pane che ha migliaia di anni ed è diffusa in molte parti del mondo. Un esperimento, un laboratorio, che intreccia diverse tematiche: la sovranità alimentare, la creazione di reddito e la condivisione di saperi. Facciamo la pizza, semplice no?
Come lo facciamo? Nel modo più genuino possibile, per chi le pizze le mangia e per il pianeta. Come? Nelle fasi di lavorazione della pizza mettendo la giusta attenzione in ogni passaggio produttivo, e rispettandone i tempi, tempi che cambiano in base a diversi fattori (ingredienti, clima, temperatura atmosferica etc.) e che per forza di cose la produzione standardizzata della grande distribuzione, non può rispettare. Ma soprattutto nella scelta e nella selezione degli ingredienti con cui facciamo le nostre pizze. Stiamo parlando dell'insieme di relazioni sociali economiche e produttive che si nascondono dietro, o dentro, ogni barattolo di pomodoro, kilo di farina o filone di mozzarella.
Siamo inseriti nel circuito di Campi Aperti, produttore da un lato e co-produttore, trasformatore dall'altro. Questa relazione ci garantisce la sicurezza d'utilizzare prodotti biologici, genuini e clandestini, prodotti da un'agricoltura contadina che rifiuta completamente il modello dell'agroindustria e dello sfruttamento di suolo e lavoratori per la produzione di rendita e speculazione finanziaria.

Cosa vogliamo fare quindi? Sicuramente diventare di più, uscire dalla nostra zona di comfort, mettere ancora più in condivisione le conoscenze che abbiamo sviluppato in quest'anno e mezzo di sperimentazione e apprenderne altre, tentare di divenire finalmente strumento di reddito vero, e non piccola sperimentazione, degna, ma insufficiente ad affrancarci da condizioni di precarietà e sfruttamento, vogliamo che il nostro forno non sia più solo nostro, ma un punto per la panificazione per tutto il quartiere.

Purtroppo, a causa del distacco dell'energia elettrica, il percorso della BioPizzeria si è dovuto interrompere, ma ora, grazie al contributo di molti e molte, il nostro forno ha ripreso a funzionare. Ora che siamo ripartit@ vogliamo crescere ancora, imparare un'altra arte: autocostruire un forno a legna, per una pizza più buona e più bio.

Vi aspettiamo quindi ogni mercoledì a Làbas, dalle 19.00, per tirare uno schiaffo all'industria del gusto!

 


€4.060

raccolti su un obiettivo di €19.088

44

finanziatori

21% finanziato

Keep it all  

Campagna conclusa

Team

Làbas è una ragnatela che tutti e tutte noi possiamo tessere insieme per costruire dal basso un futuro diverso, fatto di diritti e di libertà.


Ricompense

di almeno €10 o più


Spilla #stillabas

Spilla con logo #stillabas


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €15 o più


Borsa #stillabas

Borsa in tela con logo #stillabas


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €30 o più


Pizza + Birra

1 buono per cenare a Làbas con una pizza biologica offerta da Làbiopizza e una birra artigianale del birrificio sociale Schiumarell


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €30 o più


Buono-spesa Campi Aperti

1 buono-spesa del valore di 5 euro da utilizzare in una delle tante bancarelle che compongono il mercato di Campi Aperti del mercoledì a Làbas


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €40 o più


3 Birre Schiumarell

Birra artigianale del birrificio sociale Schiumarell


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €40 o più


Maglietta #stillabas

Maglietta con logo #stillabas


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €50 o più


Massaggio shiatsu

1 massaggio a cura del corso NextDoor Shiatsu che si svolge a Làbas


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €60 o più


2 buoni-spesa Campi Aperti

2 buoni-spesa del valore di 5 euro da utilizzare in una delle tante bancarelle che compongono il mercato di Campi Aperti del mercoledì a Làbas


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €100 o più


Compleanno a Làbimbi

Festa di compleanno per i più piccoli, con animazione a cura di Làbimbi


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €120 o più


4 buoni-spesa Campi Aperti

4 buoni-spesa del valore di 5 euro da utilizzare in una delle tante bancarelle che compongono il mercato di Campi Aperti del mercoledì a Làbas


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €150 o più


Mercoledì a Làbas!

Tutto ciò che vi serve per godervi la serata in un tipico mercoledì di Làbas: - 2 buoni del valore di 5 euro per fare la spesa al mercato di Campi Aperti - borsa in tela con logo #stillabas - pizza biologica offerta da Làbiopizzeria + birra artigianale del birrificio sociale Schiumarell


Tempi di consegna:
2016-01-01 00:00:00

Spedizione:
Ritiro a mano

© 2017 DeRev S.r.l. - Via dei Mille, 1 - 80121 Napoli (Italia)
Codice Fiscale / Partita IVA: 07255501210
Capitale Sociale: € 18.890,00 - REA: NA - 871554