Questa casa non è un albergo

di Compagnia Pubblica Assistenza Humanitas Scandicci

Sabato scorso, a Badia a Settimo, frazione del comune di Scandicci, i volontari della P. A. Humanitas hanno allestito l'ultimo banchetto per la raccolta fondi nell'ambito del progetto di crowdfunding "questa casa non è un albergo". 
Ai donors sono stati offerti numerosi gadgets donati dalla Coca Cola, sponsor del progetto. Con l'iniziativa di sabato, è stato raggiunto l'obiettivo previsto dal progetto. 


Continua, senza sosta, la campagna di Crowdfunding per sostenere la realizzazione del progetto promosso dalla P. A. Humanitas "Questa casa non è un albergo". Manca poco più di un mese per raggiungere l'obiettivo. Siamo a metà strada. Ora serve un ultimo sforzo da parte di ognuno per garantire, alle ragazze e ai ragazzi di Scandicci uno spazio sano di condivisione, aggregazione, inclusione, crescita e confronto. 

Ecco l'articolo de LA NAZIONE. 



Prosegue, senza sosta, la vendita di panettoni solidali presso le sezioni della P. A. Humanitas di Scandicci. Durante le  varie iniziative natalizie, sarà possibile, acquistando semplicemente il tipico dolce natalizio, sostenere il progetto di inclusione sociale “Questa casa non è un albergo”. In omaggio, tantissimi gadget Coca Cola. 

E’ possibile contribuire anche tramite la piattaforma di crowdfunding. Bastano pochi clic. 



L'Homo Humanitas for Christamas

27 Dicembre 2016 - 09:09

Cliccando sul link sarà possibile visualizzare il videoclip che i ragazzi della P. A. Humanitas hanno realizzato per augurare a tutti buone feste e raccontare, in modo originale e innovativo, le attività della nostra associazione e promuovere il progetto "Questa casa non è un albergo" 


Prosegue la vendita di panettoni solidali presso le sedi della P. A. Humanitas di Scandicci. Il ricavato sarà destinato a sostenere le attività sociali a sostegno della comunità scandiccese, a partire dal progetto "Questa casa non è un albergo".


Dal primo dicembre, presso le sezioni della Compagnia di Pubblica Assistenza Humanitas di Scandicci è attiva la vendita di panettoni solidali. Un modo semplice, in puro spirito natalizio, per chiedere alla comunità intera un ulteriore sostegno alle nostre iniziative di carattere sociale e sanitario. 

I fondi racconti, saranno utilizzati anche per finanziare il progetto “Questa Casa non è un albergo”, il progetto di inclusione sociale con lo scopo di sostenere, attraverso percorsi formativi mirati e riconosciuti, i ragazzi nelle sfide evolutive tipiche del periodo adolescenziale, al fine di prevenire disagio e marginalizzazione. 

Il progetto è stato selezionato da Coca Cola nell’ambito di “C10 – Insieme a Coca-Cola per 10 città italiane”, per finanziare, attraverso il crowdfunding, dieci progetti di inclusione sociale in altrettante città italiane.


Questa casa non è un albergo è il progetto vincitore per la città di Firenze nell’ambito di C10,  l’operazione promossa da Coca-Cola Italia per finanziare, attraverso il crowdfunding, dieci progetti di inclusione sociale in altrettante città italiane.

E’ attiva e attende il supporto di tutti la campagna di crowdfunding sulla piattaforma DeRev per il finanziamento di “Questa casa non è un albergo: sostegno pratico ai ragazzi”, un progetto di aggregazione e confronto dedicato agli adolescenti, allo scopo di accompagnarli e supportarli nell’affrontare le difficoltà legate all’età, inserendoli in un contesto di solidarietà, aiuto e utilità sociale che rappresenti un modello positivo.

Fino al 15 febbraio sarà possibile contribuire con una donazione affinché il progetto “Questa casa non è un albergo: sostegno pratico ai ragazzi”, promosso dalla Compagnia di Pubblica Assistenza Humanitas raggiunga l’obiettivo finanziario fissato e raccolga il budget necessario a supportare i corsi dedicati ai ragazzi per il 2017.


Il progetto è stato selezionato da Coca-Cola Italia, con il supporto dei partner tecnici DeRev e Fondazione EYU, come progetto vincitore per la città di Firenze all’interno dell’iniziativa  “C10 – Insieme a Coca-Cola per 10 città italiane”, un’operazione volta a stimolare e supportare il cambiamento realizzando concretamente, in 10 capoluoghi italiani (Bari, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Verona), altrettanti progetti di inclusione sociale da finanziare tramite crowdfunding.

IL PROGETTO QUESTA CASA NON è UN ALBERGO: SOSTEGNO PRATICO AI RAGAZZI

“Questa casa non è un albergo: sostegno pratico ai ragazzi”, si propone di raccogliere i fondi necessari per l’attivazione di alcuni corsi dedicati ai ragazzi coinvolti nelle attività dell’associazione Humanitas. Di fatto il progetto “Questa casa non è un albergo”, già attivo da quattro anni, è uno spazio di aggregazione e confronto che, basandosi sulla dimensione del gruppo, ha come principale proposito quello di accompagnare i ragazzi nell’affrontare le difficoltà del periodo adolescenziale inserendoli in un contesto di solidarietà, aiuto e utilità sociale che rappresenti un modello positivo.

L’approccio educativo ha come obiettivo il potenziamento delle competenze cognitive e relazionali dei ragazzi e delle capacità di adattamento evolutivo, andando a svolgere anche una funzione di prevenzione primaria rispetto a potenziali forme di disagio e marginalizzazione.

I destinatari del progetto, giovani nella fascia compresa tra gli 11 e i 18 anni, sono indicati dai servizi sociali territoriali per situazioni di disagio socio-familiare o carenze socio-relazionali, oltre che dalle scuole del territorio per problemi di irregolarità scolastica e rischio di abbandono.

La filosofia di “Questa casa non è un albergo” è quella di accogliere e cercare di tirare fuori il potenziale dei ragazzi con attività che gli permettano di intraprendere un percorso di crescita: dal corso di barman e di mise en place, al laboratorio di teatro fino al conseguimento del certificato HACCP. Per ogni corso, della durata minima di due mesi è previsto, dopo il superamento di una prova finale, il rilascio di un attestato spendibile successivamente per ricerche in ambito lavorativo.

Il progetto “Questa casa non è un albergo: sostegno pratico ai ragazzi”, è stato candidato al bando C10 dalla Compagnia di Pubblica Assistenza Humanitas, associazione che fin dal 1897, anno di fondazione nell’allora comune di Casellina e Torri, oggi Scandicci, si è posta come un punto di riferimento per le persone bisognose di soccorso sanitario in caso di malattia o di infortunio sul lavoro, supplendo la mancanza delle istituzioni. Laicità, gratuità, partecipazione e solidarietà sono i quattro principi che hanno guidato l’associazione fin da principio.

COME CONTRIBUIRE AL CROWDFUNDING?

È possibile contribuire al raggiungimento dell’obiettivo finanziario del progetto C10 per la città di Firenze con una donazione di qualsiasi importo con carta di credito o bonifico bancario accedendo al sito di DeRev e seguendo la procedura di registrazione e pagamento per effettuare una donazione

IL SUPPORTO DI COCA-COLA ITALIA E DEI SUOI PARTNER

Coca-Cola Italia e i partner del progetto hanno messo a disposizione le proprie competenze e il proprio supporto per aiutare i partecipanti nella progettazione, realizzazione e gestione della campagna di crowdfunding e contribuiranno a promuovere e dare visibilità ai 10 progetti vincitori dell’iniziativa.

Inoltre Coca-Cola Italia co-finanzierà i progetti più meritevoli che arriveranno a coprire almeno il 50% dell’obiettivo di crowdfunding con le proprie forze, supportandoli per raggiungere la cifra totale richiesta.

Per maggiori informazioni sul progetto e per contribuire al crowdfunding:

Coca-Cola Journey – http://www.coca-colaitalia.it/c10

DeRev – https://www.derev.com/questa-casa-non-e-un-albergo


La Campagna di raccolta fondi a sostegno del progetto "Questa casa non è un albergo" oggi in apertura di pagina sull'edizione locale de LA NAZIONE. Per sostenere la campagna bastano pochi clic: 
https://www.derev.com/questa-casa-non-e-un-albergo


La Campagna di raccolta fondi a sostegno del progetto "Questa casa non è un albergo" promossa dalla Compagnia di Pubblica Assistenza Humanitas di Scandicci in sinergia con la piattaforma Derev, oggi in apertura di pagina sull'edizione locale de LA NAZIONE.

Per sostenere il progetto bastano pochi clic e pochi euro. Collegati al sito www.derev.com



"Questa casa non è un albergo" è un progetto per la comunità. Un progetto che per essere realizzato ora ha bisogno della comunità. Della sua straordinaria generosità e condivisione. Del suo contributo. Un contributo che da oggi può essere ancora più tangibile, devolvendo al progetto, tramite la piattaforma di crowdfunding www.derev.com/questa-casa-non-e-un-albergo anche una piccola e simbolica cifra. Bastano pochi clic.


Aiutare gli adolescenti in difficoltà, inserendoli in un contesto in cui possano crescere con gli strumenti adatti a fronteggiare le sfide tipiche dell'età evolutiva: questo è lo scopo del progetto di crowdfunding lanciato dalla Compagnia di Pubblica Assistenza Humanitas di Scandicci. La campagna si è aperta sulla piattaforma di crowdfunding DeRev ed ora ha bisogno del sostegno di tutti.


"Questa casa non è un albergo: sostegno pratico ai ragazzi": annunciato il progetto vincitore per la città di Firenze

Si apre oggi la campagna di crowdfunding sulla piattaforma DeRev per il finanziamento di "Questa casa non è un albergo: sostegno pratico ai ragazzi", un progetto di aggregazione e confronto dedicato agli adolescenti, allo scopo di accompagnarli e supportarli nell'affrontare le difficoltà legate all'età, inserendoli in un contesto di solidarietà, aiuto e utilità sociale che rappresenti un modello positivo.

A partire da oggi fino al 15 febbraio sarà possibile contribuire con una donazione affinché il progetto "Questa casa non è un albergo: sostegno pratico ai ragazzi", promosso da Compagnia di Pubblica Assistenza Humanitas, - un'associazione attiva sul territorio di Firenze nel supporto a chi versa in condizioni di fragilità economica o sociale - raggiunga l'obiettivo finanziario fissato e raccolga il budget necessario a supportare i corsi dedicati ai ragazzi per il 2017.

Il progetto è stato selezionato da Coca-Cola Italia, con il supporto dei partner tecnici DeRev e Fondazione EYU, come progetto vincitore per la città di Firenze all'interno dell'iniziativa "C10 - Insieme a Coca-Cola per 10 città italiane", un'operazione volta a stimolare e supportare il cambiamento realizzando concretamente, in 10 capoluoghi italiani (Bari, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Verona), altrettanti progetti di inclusione sociale da finanziare tramite crowdfunding.


IL PROGETTO QUESTA CASA NON è UN ALBERGO: SOSTEGNO PRATICO AI RAGAZZI

"Questa casa non è un albergo: sostegno pratico ai ragazzi", si propone di raccogliere i fondi necessari per l'attivazione di alcuni corsi dedicati ai ragazzi coinvolti nelle attività dell'associazione Humanitas. Di fatto il progetto "Questa casa non è un albergo", già attivo da quattro anni, è uno spazio di aggregazione e confronto che, basandosi sulla dimensione del gruppo, ha come principale proposito quello di accompagnare i ragazzi nell'affrontare le difficoltà del periodo adolescenziale inserendoli in un contesto di solidarietà, aiuto e utilità sociale che rappresenti un modello positivo.

L'approccio educativo ha come obiettivo il potenziamento delle competenze cognitive e relazionali dei ragazzi e delle capacità di adattamento evolutivo, andando a svolgere anche una funzione di prevenzione primaria rispetto a potenziali forme di disagio e marginalizzazione.

I destinatari del progetto, giovani nella fascia compresa tra gli 11 e i 18 anni, sono indicati dai servizi sociali territoriali per situazioni di disagio socio-familiare o carenze socio-relazionali, oltre che dalle scuole del territorio per problemi di irregolarità scolastica e rischio di abbandono.

La filosofia di "Questa casa non è un albergo" è quella di accogliere e cercare di tirare fuori il potenziale dei ragazzi con attività che gli permettano di intraprendere un percorso di crescita: dal corso di barman e di mise en place, al laboratorio di teatro fino al conseguimento del certificato HACCP. Per ogni corso, della durata minima di due mesi è previsto, dopo il superamento di una prova finale, il rilascio di un attestato spendibile successivamente per ricerche in ambito lavorativo.

Il progetto "Questa casa non è un albergo: sostegno pratico ai ragazzi", è stato candidato al bando C10 dalla Compagnia di Pubblica Assistenza Humanitas, associazione che fin dal 1897, anno di fondazione nell'allora comune di Casellina e Torri, oggi Scandicci, si è posta come un punto di riferimento per le persone bisognose di soccorso sanitario in caso di malattia o di infortunio sul lavoro, supplendo la mancanza delle istituzioni. Laicità, gratuità, partecipazione e solidarietà sono i quattro principi che hanno guidato l'associazione fin da principio.

COME CONTRIBUIRE AL CROWDFUNDING?

È possibile contribuire al raggiungimento dell'obiettivo finanziario del progetto C10 per la città di Firenze con una donazione di qualsiasi importo con carta di credito o bonifico bancario accedendo al sito di DeRev e seguendo la procedura di registrazione e pagamento per effettuare una donazione


IL SUPPORTO DI COCA-COLA ITALIA E DEI SUOI PARTNER

Coca-Cola Italia e i partner del progetto hanno messo a disposizione le proprie competenze e il proprio supporto per aiutare i partecipanti nella progettazione, realizzazione e gestione della campagna di crowdfunding e contribuiranno a promuovere e dare visibilità ai 10 progetti vincitori dell'iniziativa.

Inoltre Coca-Cola Italia co-finanzierà i progetti più meritevoli che arriveranno a coprire almeno il 50% dell'obiettivo di crowdfunding con le proprie forze, supportandoli per raggiungere la cifra totale richiesta.

Per maggiori informazioni sul progetto e per contribuire al crowdfunding:

Coca-Cola Journey - http://www.coca-colaitalia.it/c10

DeRev - https://www.derev.com/questa-casa-non-e-un-albergo



€8.000

raccolti su un obiettivo di €8.000

4

finanziatori

Finanziato!

100% finanziato

Keep it all  

Campagna conclusa

Team

Il team è multidisciplinare, al fine di realizzare in maniera frontale e globale l’intero percorso progettuale, ed è composto da assistenti sociali, insegnanti, educatori, operatori delle comunità residenziali per minori e neuropsichiatria.


Ricompense

di almeno €5 o più


RICOMPENSA HUMANITAS

• Ricompense simboliche: a conclusione del progetto verrà realizzato un video in cui i partecipanti a “Questa casa non è un albergo” ringrazieranno singolarmente e pubblicamente i finanziatori del progetto. Il video sarà diffuso sui social e alla stampa.


Tempi di consegna:

Spedizione:

di almeno €1.000 o più


Ricompense per grandi donatori:

Partnership e sponsor, con l’aggiunta di loghi e menzioni nel progetto, agli eventi e in tutte le comunicazioni;


Tempi di consegna:

Spedizione:

© 2017 DeRev S.r.l. - Via dei Mille, 1 - 80121 Napoli (Italia)
Codice Fiscale / Partita IVA: 07255501210
Capitale Sociale: € 18.890,00 - REA: NA - 871554