Oltre i confini: Il Pulmino Verde nel cantone di Una-Sana

di Il Pulmino Verde ONLUS
Oltre i confini: Il Pulmino Verde nel cantone di Una-Sana

Il Pulmino Verde partirà da Torino diretto verso i Balcani. Sei volontari attraverseranno la Slovenia e la Croazia per arrivare nel cantone di Una-Sana, al confine tra la Croazia e la Bosnia.
Benvenuto nel viaggio che racconterà i prossimi 808 km.



Incorpora

Ci presentiamo:

Il “Pulmino Verde” è una ONLUS nata nell’agosto 2016 a Torino con l’obiettivo di svolgere attività concreta di sensibilizzazione in materia di migrazione.  La causa scatenante del nostro progetto è stato il viaggio al campo profughi di Idomeni nel maggio 2016, dove abbiamo lavorato a stretto contatto con numerose organizzazioni internazionali e associazioni locali.
Tornati in Italia, nella nostra Torino, abbiamo deciso di continuare a impegnarci, con determinazione e costanza, all’opera di sensibilizzazione sul fenomeno migratorio, iniziando dal fornire alla cittadinanza un’informazione sull’argomento corretta e scevra da luoghi comuni e stereotipi.
Il Pulmino Verde si è recato a prestare aiuto presso il campo della Caritas allestito nella Chiesa di Sant’Antonio a Ventimiglia. A settembre 2016, viene ufficialmente costituita l’Associazione ONLUS Il Pulmino Verde. Il Pulmino Verde ha intrapreso un’opera di sensibilizzazione sul fenomeno migratorio, volta ad informare in maniera corretta e consapevole la cittadinanza riguardo questa emergenza sociale sempre più presente tra le notizie quotidiane, cercando di fare chiarezza sul tema aggirando gli stereotipi connotati all’argomento.

Perché i Balcani?

Nonostante l’accordo tra Turchia e Unione europea del marzo 2016, la Rotta Balcanica, pur ridotta nei numeri, continua ad essere percorsa. Attualmente è sulla Bosnia che si concentra la pressione maggiore, ma le decisioni politiche prese a livello locale e l'inasprirsi dei controlli di polizia, potrebbero portare i migranti a spostarsi ancora altrove.  Nel cuore di Bihać, capoluogo del cantone di Una-Sana, i migranti li incontri un po’ ovunque: si ritrovano a piccoli gruppi alla stazione degli autobus o nei parchi che colorano di verde questa bella cittadina bosniaca bagnata dal fiume Una. E da lì partono, a piedi, verso il confine croato distante una manciata di chilometri oltre il fiume e le montagne. Secondo un recente rapporto pubblicato dall’Organizzazione Mondiale delle Migrazioni (IOM) delle 31.892 persone transitate dai Balcani occidentali nel corso del 2018 ben 23.848 sono stati registrati proprio in Bosnia, un numero venti volte superiore a quello registrato nel 2017. Si tratta principalmente di pakistani (33% degli ingressi), seguiti da iraniani (15%), siriani (12%), afgani (12%) e iracheni (9%).

Fonte: Il Fatto Quotidiano, Rotta Balcanica

Cosa farà il Pulmino?

Come ogni viaggio che il Pulmino Verde ha intrapreso, il punto essenziale riguarda la comunicazione e cooperazione con le differenti realtà operative nella zona. Ci recheremo in Bosnia dal 1 al 9 agosto. Lì presterà aiuto nel campo profughi, appoggiandosi alla associazione Ipsia, Medici Senza Frontiere e Aidcoomunication.  In più si provvederà in loco ad acquistare beni di prima necessità utili per le famiglie che vivono il campo: assorbenti, pannolini, salviette umide e tanto altro.

Cosa chiediamo?

Dopo i nostri precedenti viaggi umanitari abbiamo stimato che il budget necessario per questo viaggio si aggira tra i 2000 – 2500 Euro; soldi che utilizzeremo per sostenere il nostro lavoro di cooperazione all'interno dei campi profughi e per l'acquisto di beni di prima necessità in collaborazione con le associazioni presenti e con cui colaboreremo. In base alla cifra raggiunta aumenteremo il materiale acquistato in loco. Come sempre ci appoggeremo a realtà di cui conosciamo l'alto livello di serietà e professionalità e, come dopo ogni viaggio, presenteremo un rendiconto dettagliato e trasparente delle spese ai soci della nostra associazione e a chi, come voi, ha voluto sostenere il nostro progetto.


Realizzazione del progetto

Chi saremo?

Fernanda, Chiara, Roberto, Marco, Alba, Mathieu partiranno da Torino per raggiungere il cantone di Una-Sana.

Dove andremo?

Visiteremo e lavoreremo in due differenti luoghi di confine: Bihać e Velika Kladuša, entrambe città vicine alla frontiera croata e interessate da un ampio flusso migratorio.




€525

raccolti su un obiettivo di €2.500

13

finanziatori

21% finanziato

Keep it all  

Campagna conclusa

Team

Fernanda Torre, Chiara Landi, Marco Ceretto , Roberto Cascino, Alba Mercolella, Mathieu Porcellana. Tutti hanno svolto attività di volontariato in differenti campi profughi o aree di emergenza: Idomeni, Belgrado, Oulx, Ventimiglia, Salonicco


Ricompense

di almeno €10 o più


Ricompensa rossa

€ 10: ricompensa simbolica attraverso ringraziamenti pubblici in video o per telefono. Attraverso una chiamata vorremmo rendervi partecipi di tutte le tappe del nostro viaggio.


Tempi di consegna:

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €20 o più


Ricompensa verde

€ 20: ricompensa attraverso la donazione della tessera de Il Pulmino Verde abbinata ad una spilla ed adesivo dell'Associazione.


Tempi di consegna:

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €50 o più


Ricompensa blu

€ 50: ricompensa attraverso la donazione della tessera de Il Pulmino Verde abbinata ad una spilla, adesivi e materiali unici sulla storia e la realizzazione del nostro progetto in Bosnia.


Tempi di consegna:

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €75 o più


Ricompensa gialla

€ 75: ricompensa attraverso la donazione della tessera de Il Pulmino Verde e l’invito agli incontri futuri. All'evento verranno consegnate foto e materiale raccolto nei Balcani.


Tempi di consegna:

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €100 o più


Ricompensa arancione

€ 100 – 200: riconoscimento attraverso un certificato validato dalla nostra Onlus che spieghi nel dettaglio tutti i raggiungimenti ottenuti nel cantone di Una-Sana


Tempi di consegna:

Spedizione:
Ritiro a mano

di almeno €500 o più


Ricompensa viola

€ 500: possibilità di partnership e collaborazione per i prossimi progetti dell’anno 2019 – 2020. Volontà ad organizzare incontro di divulgazione e sensibilizzazione sul tema affrontato.


Tempi di consegna:

Spedizione:
Ritiro a mano

© 2017 DeRev S.r.l. - Via dei Mille, 1 - 80121 Napoli (Italia)
Codice Fiscale / Partita IVA: 07255501210
Capitale Sociale: € 18.890,00 - REA: NA - 871554