Expo dopo Expo. Progettare Milano oltre il 2015

di Arch. Antonio Angelillo

Cosa fare di Expo dopo Expo? Questa ricerca, senza la volontà di confezionare una risposta definitiva, ricerca invece le basi da cui partire per interrogarsi sul futuro dell'area.


Incorpora


COSA?



Se cercate una risposta certa alla domanda "cosa fare di Expo dopo Expo?" non la troverete negli esiti di questa ricerca. Non la troverete, ma ci saranno tante altre motivazioni che hanno portato, solo quasi ad evento avviato, ad interrogarsi sul futuro di un’area tra le più infrastrutturate e strategiche della nascente città metropolitana milanese. Cronologia degli eventi, dati economici e sociali, protagonisti di idee ed attori istituzionali che a vario titolo hanno dato vita ad un sofferto percorso giunto ad una felice conclusione, il cui esito non era del tutto scontato. Ma la storia di Expo Milano 2015 e del futuro delle aree impiegate per realizzarla è anche una storia tutta italiana e come tale richiede una narrazione fuori campo costruita sulla base di testimonianze, documentazioni, interviste, opinioni, testi critici, ricostruzioni grafiche, servizi fotografici: un ricco dossier alimentato dall’impegno di un gruppo di docenti e di giovani partecipanti al Master in Architettura del Paesaggio di ACMA Centro Italiano di Architettura (Milano) e della Universitat Politècnica de Catalunya (Barcellona) in collaborazione con la ENSP di Versailles. Un documento aperto ad integrazioni, certo, la cui analisi però risulta indispensabile per chi si pone la domanda non solo su Expo e il suo territorio ma sul modo di fare città oggi.



 



L'idea di questo progetto nasce quasi un anno fa, quando l'arch. Antonio Angelillo, direttore di Acma Centro di Architettura e co-direttore del Master in Architettura del Paesaggio Milano-Barcellona del Politecnico di Barcellona (Fondazione UPC), decide di rivolgere le future energie didattiche del master nella messa a punto di un'analisi ad ampio raggio del fenomeno “Expo-Milano”. Da quel momento vengono organizzati tre workshop di progettazione, con visite guidate ai progetti realizzati a Milano e al recinto di Expo,  incontri e conferenze  di professori e professionisti nell'ambito dell’architettura del paesaggio e non solo. Le linee tematiche di ricerca che hanno indirizzato il lavoro sono state l'architettura periurbana e urbana milanese, le vie d'acqua con i relativi progetti di riqualificazione, le potenzialità e le ricadute generate da Expo suii luoghi limitrofi esulla città e il futuro del sito stesso dell'esposizione, l'analisi delle dinamiche metropolitane che coinvolgono la città di Milano. Con questo fine vengono prodotti dei dossier sul sistema delle cascine milanesi, sul futuro dell'area Expo, un corposo servizio fotografico e la raccolta dei numerossissimi contributi degli intervenuti nelle fasi di svolgimento della ricerca.



 



CHI?



ACMA, Centro di Architettura, è la prima impresa privata italiana che da più di vent’anni propone iniziative per la promozione della qualità dell’architettura e del territorio. Ampiamente riconosciuta in ambito accademico e specialistico ACMA Centro di Architettura, organizza a Milano il Master in Architettura del Paesaggio del Politecnico di Barcellona (Fondazione UPC) che rappresenta dal 1983 uno dei più autorevoli programmi formativi europei del settore e svolge inoltre attività di consulenza per enti ed amministrazioni italiane tra cui il Ministero per i Beni e le Attività Culturali per conto del quale ha realizzato, dal 2008 e per i tre anni successivi, la procedura di selezione italiana per il Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa.



Collaborazioni con grandi professionisti dell’architettura internazionale e alta qualità della formazione hanno da sempre caratterizzato l’operato di questa impresa, fondata nel lontano 1994 dall'architetto Antonio Angelillo che ne è direttore (www.antonioangelillo.it). Oggi come allora, è tempo di pensare a proposte innovative al passo con i tempi che portino ad una evoluzione e ad una diffusione su larga scala di ricerche sul paesaggio di grande spessore.



 



PERCHE'?



Crediamo che questo progetto sia virtuoso perché vuole rappresentare un importante contributo per la collettività, partecipando in maniera lucida e trasversale al delicato dibattito che ha interessato ed interesserà una trasformazione di straordinaria portata economica, sociale e culturale. 



Vogliamo portare avanti un discorso sul territorio e sulle pratiche di trasformazione di esso che sono in atto e che sono interpretabili solo con uno sguardo ampio e interdisciplinare.



La ricerca che vi presentiamo nasce da un approfondito lavoro, svolto in forma completamente indipendente e senza alcuna sponsorizzazione politica né finanziamento pubblico o privato. Una domanda fino oggi inespressa da parte delle amministrazioni ci ha indotto verso un tema di ricerca necessario ed intrinseco nella natura stessa degli eventi di questo tipo, che ne determina spesso la concezione iniziale e l’intera organizzazione successiva.



Invitiamo tutti gli interessati a visitare le nostre pagine web per conoscere le nostre iniziative legate alla tematica presentata:



http://www.paesaggio.it



http://www.acmaweb.com



https://www.facebook.com/paesaggio.acma



https://twitter.com/paesaggio_it



Chi volesse approfondire ulteriormente la conoscenza dei contenuti avrà modo di farlo grazie alla pubblicazione da parte del nostro media partner, il “Giornale dell'Architettura” (http://ilgiornaledellarchitettura.com), di estratti selezionati che vengono tutt'ora proposti dalla loro piattaforma web.



 



 



 



 



Realizzazione del progetto


COME?



Ci affidiamo a questa “Rivoluzione” per riuscire a sostenere le spese di prosecuzione del nostro lavoro di ricerca, organizzazione, grafica, editing, conduzione di interviste, servizi fotografici, elaborazioni cartografiche, correzione di testi, sopralluoghi, ed ancora presentazioni ed incontri.



Vorremmo inoltre concludere questa prima fase del nostro studio divulgandola al più ampio pubblico possibile: per questo abbiamo preparato un dossier comprensivo dei contenuti della nostra indagine: “Expo dopo Expo. Progettare Milano oltre il 2015”. Il libro, di cui autore è Antonio Angelillo, è somma dei temi e dei progetti approfonditi e raccoglie interventi, contributi ed interviste di professori, accademici e professionisti quali: AntonioAngelillo, Alessia Lupi, Francesca Dallago, Valeria Santarpia, AndreaRadaelli, Giacomo Biraghi, Federico Bucci, Giancarlo Consonni, Sebastiano Brandolini, Luca Beltrami, Angelo Monti, AlbertoSaibene, Francesco Memo, Valerio Montonati, Giorgio Goggi, CesareSalvetat, Stefano Bocchi, Alessandro Belgiojoso, Antonio Longo, Alessandro Caramellino, Lionella Scazzosi, Giada Evandri, CarloBerizzi, Carlo Berizzi, Emilio Battisti, Damiano Di Simine, Mariano Pichler, Paolo Bertaccini, Matilde Marazzi, Paolo Perulli, Nunzio Battaglia, Costanza Pratesi, Vittorio Gregotti, Luigi Mazza,Joao Nunes, Davide Maccioni (servizio fotografico), Giulio Giorgi,Alice Brauns, Sophie Bonin, Yves Petit-Berghem.



Il formato cartaceo sarà in di 21x24 cm, avrà 200 pagine a colori, copertina plastificata e  rilegatura  a filo mentre il formato elettronico sarà in pdf.



Questo dossier sarà la nostra ricompensa per le donazioni che riceveremo. In cambio di un'offerta di 10 € invieremo una copia elettronica di “Expo dopo Expo. Progettare Milano oltre il 2015”, mentre ad un dono di 20 € corrisponderà una copia cartacea.



Il materiale sarà rilasciato a campagna ultimata dopo la  conclusione delle verifiche da parte di Derev (circa 15 giorni) per quanto riguarda l'ebook, mentre per il libro cartaceo si dovranno attendere una decina di giorni in più per stampa e spedizione.



 



 



 



€47

raccolti su un obiettivo di €2.000

10

finanziatori

2% finanziato

All or nothing  

Campagna conclusa

Team

ACMA, Centro di Architettura, è la prima impresa privata italiana che da più di vent’anni propone iniziative per la promozione dell'architettura.


Ricompense

di almeno €10 o più


"Expo dopo Expo. Progettare Milano oltre il 2015" Ebook

"Expo dopo Expo. Progettare Milano oltre il 2015" in formato pdf.


Tempi di consegna:

Spedizione:
Online

di almeno €20 o più


Expo dopo Expo. Progettare Milano oltre il 2015

"Expo dopo Expo. Progettare Milano oltre il 2015" formato cartaceo: 21x24 cm, 200 pagine a colori, copertina plastificata e  rilegatura  a filo.


Tempi di consegna:
15-02-2016 circa

Spedizione:
Spedizione Italia
Ritiro a mano

© 2017 DeRev S.r.l. - Via dei Mille, 1 - 80121 Napoli (Italia)
Codice Fiscale / Partita IVA: 07255501210
Capitale Sociale: € 18.890,00 - REA: NA - 871554