Adotta un libro

di UCEI

Ottomila volumi di cultura ebraica sono in pericolo, aiutaci a salvarli


Incorpora

ENGLISH VERSION BELOW


Progetto di salvaguardia del patrimonio librario ebraico

Una straordinaria collezione di volumi antichi (ed alcuni preziosi) conservata nei locali del Centro Bibliografico dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, necessita un’opera di salvataggio e sanificazione. Lasciare questi volumi nelle condizioni in cui sono ora rischierebbe di farli andare irrimediabilmente perduti. La tutela di questo patrimonio librario, che costituisce una parte integrante della storia degli ebrei in Italia e nel resto d'Europa, è uno sforzo della massima importanza, non può essere demandata né procrastinata e necessita un’opera capillare di salvataggio, poiché nel Corso del tempo degli uomini coraggiosi hanno dedicato molte energie per salvarli.
La storia di questi libri è emozionante, alcuni di essi facevano parte della Biblioteca del Collegio Rabbinico Italiano, la scuola di formazione di tutti i rabbini d’Italia. Durante la Seconda Guerra Mondiale i tedeschi sequestrarono l’intera Biblioteca e la portarono in Germania. Al termine della Guerra fu possibile recuperare i volumi, ritrovati a Francoforte, e riportarli a Roma.
Altrettanto avvincente la storia di un’altra parte del Fondo, che è stato salvato dall’alluvione di Firenze del 1966. Sommersi dalle acque furono diversi quartieri  della città e moltissime le vittime che si contarono. Grazie all’opera coraggiosa di alcuni soccorritori giunti a Firenze da molte Comunità ebraiche d’Italia fu possibile mettere in salvo libri di pregio e rari conservati nella  Comunità ebraica di Firenze. 
Purtroppo però nel corso del tempo il loro stato di conservazione, già precario quando l’Ucei li prese in consegna, è ulteriormente peggiorato. Ecco perché è fondamentale intervenire subito e procedere alla loro,sanificazione.
I danni provocati dal tempo rendono difficile sfogliarli e capirne l'effettivo valore.
Sarà necessario, quindi, provvedere ad un intervento su tutti i libri che sono circa 8000.
Salvare questi libri, molti dei quali rari e antichi, significa non rendere vano lo sforzo fatto in passato affinchè non andassero distrutti.



A safeguard project for the Jewish literary heritage

An extraordinary collection of antique books, some of them priceless housed in the premises of UCEI’s Bibliographic Centre calls for rescuing and renovation. Leaving those volumes in the state they are in at the moment would lead to their irretrievable loss. The preservation of this literary heritage, which is an integral part of the history of Italian and European Jews, is an action of the utmost importance. It can be neither transferred nor delayed and needs extensive rescuing since some courageous men have striven hard to save them over the course of time. These books have a fascinating history; some of them were part of the Library of the Italian Rabbinical Centre, the training college for all rabbis in Italy. During World War Two, German soldiers seized all the books in the library and brought them to Germany. When the war ended, they were retrieved in Frankfurt and were finally brought back to Rome. Another part of this collection, which has been rescued from 1966 flood of the river Arno, has an equally compelling story. Different districts of Florence were flooded and many were the victims. Thanks to the courageous work of rescuers from many Jewish communities from all over Italy, lots of precious and rare books were taken to safety. Regrettably, their state of preservation, already precarious when UCEI took them over, has further worsened over the years. Therefore, action must be taken immediately in order to save them. The ravages of time make it hard to consult them and to understand how valuable they are. Therefore, it will be necessary to arrange an intervention on all of the 8,000 books. Saving those books, most of which are rare and antique, would mean that the efforts made in the past to avoid their destruction have not been in vain.

Image titleT

על שלושה דברים העולם עומד על
התורה, ועל העבודה, ועל גמילות
החסדים

Upon three things the world
stands: on Torah, on service
(prayer), and on kind deeds
(Pirkei Avot 1:2)

Image titleImage title



Image title


Realizzazione del progetto

I volumi saranno sottoposti ad un lungo processo di recupero

  1. Settembre 2019 I libri saranno raccolti, imballati e condotti nell'azienda sanificatrice
  2. Ottobre 2019 I libri saranno inseriti in autoclave (cella di asciugatura e disinfezione), e poi asciugati con Ossido di Etilene ed anidride carbonica in autoclave, dove rimarranno per 44 ore.
  3. Novembre 2019 Terminata questa fase inizierà la spolveratura, tramite macchinario aspirante.
  4. Dicembre 2019 Al termine della spolveratura i volumi saranno riconsegnati al nostro Ente. Una parte dei libri sarà donata a coloro che hanno partecipato alla campagna ed una parte sarà nuovamente archiviata.


The volumes will undergo a long recovery process

  1. September 2019 books will be collected, packaged and taken to the sanitizing company
  2. October 2019 books will be placed in an autoclave (drying and disinfection cell), and then dried with ethylene oxide and carbon dioxide in an autoclave, for 44 hours.
  3. November 2019 once the disinfection is done, dusting step will began using a suction machinery.
  4. December 2019 once the whole process is finisched - ancient and cleaned books will be returned to our organization. A portion of the books will be donated to those who participated in the campaign, and a part will be re-filed.



© 2017 DeRev S.r.l. - Via dei Mille, 1 - 80121 Napoli (Italia)
Codice Fiscale / Partita IVA: 07255501210
Capitale Sociale: € 18.890,00 - REA: NA - 871554